Cartucce e toner rigenerati sono in realtà originali che sono già stati utilizzati e che, una volta esaurite, sono state ricaricate per poter essere utilizzate ulteriormente. Questo comporta che il serbatoio rimanga il medesimo dell’originale, mentre ad essere sostituito è il contenuto dello stesso. Nel caso delle cartucce inkjet viene quindi reinserito l’inchiostro, oltre ad essere pulite le testine e controllato il circuito elettrico, mentre nel caso dei toner, viene ricaricata la polvere di toner e sostituiti altri componenti fondamentali. Il caricamento del serbatoio deve però essere fatto da persone esperte, perché c’è il rischio di danneggiare la stampante e di inalare inchiostri e polveri pericolose per la salute.

Questo tipo di soluzione ha il vantaggio di essere meno costosa rispetto all’utilizzo di cartucce e toner originali e, non meno importante, anche quello di avere un basso impatto ambientale. Le componenti scartate sono infatti ridotte al minimo, e l’oggetto vive quindi una seconda vita.

Il nostro progetto ECHO si basa proprio su questa tipologia di prodotti.